AGO Agenzia Giornalistica Online

a
 

direttore responsabile Luigi D'Alise

oggi è il 21/04/2019

AGO Agenzia Giornalistica Online
 
    

 

 

 

spazio disponibile
telefona al 3351851384

 

 
 

spazio disponibile
telefona al 3351851384

 

 

 

spazio disponibile
telefona al 3351851384

 

 
    Profilo
    Redazione
    Pubblicit
    NewsLetter
   
Copyright
 
segnala stampa home

fonte:

AGO PRESS 18/3/2003 10.25
LIBRI. APRE A NAPOLI UNA SEDE DI BOOKCROSSING
DI LUIGI D'ALISE
Apre anche a Napoli una sede di Bookcrossing, uno dei fenomeni socio-culturali del momento, un'idea per far circolare la cultura: prendere un libro, leggerlo e abbandonarlo in giro per il mondo, seguendo poi grazie a Internet dove va a finire. Il primo centro partenopeo sarà inaugurato questa sera alle ore 19 presso lo studio-galleria Nigmafotografi, dove è previsto un incontro per far conoscere il mondo del Bookcrossing e presentare la prima Official Crossing Zone della città.Nato nel 2001 da un’idea di Ron Hornbaker e sua moglie Kaori, il Bookcrossing è una sorta di circolo letterario mondiale, senza barriere geografiche, che si propone come fine quello di “liberare” i libri dalla proprietà dei singoli, perché diventino patrimonio di tutti e possano andare in giro per il mondo a raccontarsi a chiunque li trovi lungo la propria strada.
L’atto di liberazione dei libri è il cuore stesso del Bookcrossing, che mira a rendere il mondo un’unica, gigantesca, condivisa biblioteca, attraverso l’applicazione di tre sole semplici regole: leggere un buon libro, applicare sopra un’etichetta che lo renda identificabile (basta collegarsi al sito www.bookcrossing.com e seguire le indicazioni) e infine liberarlo, cioè abbandonalo sulla panchina di un parco, su un treno, in un bar sperando che qualcuno lo trovi, lo legga e alla fine lo liberi nuovamente.
“I membri di una vasta comunità di amanti dei libri si incontrano virtualmente in internet per donare e/o ricevere un libro giudicato particolarmente importante e significativo, che a sua volta sarà poi donato e/o ricevuto tante volte quante troverà un nuovo lettore disposto ad accoglierlo – si legge sul sito della community italiana, del Bookcrossin, all’indirizzo www.bookcrossingitalia.cjb.net - Sul sito il libro viene opportunamente schedato ed è poi possibile sapere dove è stato lasciato, regalato, volutamente dimenticato, dato in beneficenza. Il libro inizia così un viaggio, le cui tappe sono indissolubilmente legate agli spostamenti di chi trova il volume, lo legge, e poi lo riconsegna all'avventura di un nuovo lettore, comunicandone la nuova ubicazione tramite e-mail”.
L’alternativa alla “liberazione” è quella di recarsi ogni secondo martedì del mese presso una Official Crossing Zone, il luogo dove si svolgono gli incontri tra i bookcrossers, in modo che qualcun altro lo possa prelevare.


© Copyright AGO PRESS®
 

AGO Agenzia Giornalistica Online